Agif: associazione italo-francese di grafologia

La grafologia: una professione e uno strumento per la conoscenza della personalità attraverso l’analisi della scrittura.

L’ AGIF è la prima associazione italo-francese di grafologia in Italia.  E’ stata fondata nel 1981 da Jeanne Rossi Lecerf, allieva della grafologa e psicoterapeuta Ania Teillard, a sua volta allieva di Jung e di Klages.

La nostra associazione si propone corsi strutturati sullo studio e sulla divulgazione della grafologia in Italia. Dal 1981 l’associazione è gruppo corrispondente della Société Française de Graphologie (SFdG), di cui segue i programmi e gli indirizzi.

Effettua corsi triennali di grafologia sul modello di quelli tenuti a Parigi, che permettono, al completamento, di presentarsi all’esame della SFdG per il conseguimento del diploma internazionale di grafologo oppure, in sede, ad un esame per ottenere il titolo franco-italiano riconosciuto dall’associazione grafologi professionisti.

Gli insegnanti sono tutti grafologi, con diploma franco-italiano di grafologia, o con diploma di grafologia acquisito a Parigi presso la SFdG.

La nostra associazione è socio fondatore dell’ Associazione Europea Deontologica di Grafologia (ADEG)

La nostra scuola è legalmente riconosciuta dall’Associazione Grafologi Professionisti (AGP)

Iscrizione

Per iscriversi all’Agif la quota associativa è di 65 euro all’anno da versare entro e non oltre il 31 gennaio sul c/c postale n. IBAN IT13Y0760103200000072878002 o sul c/c bancario n. IBAN IT85N0200805172000400410147 presso Unicredit Banca di Roma, entrambi intestati all’AGIF, Via di Santa Prisca 8, Roma.

Vantaggi dei soci

I soci della nostra associazione di grafologia hanno diritto allo sconto su tutti i seminari.

I soci hanno diritto a ricevere le riviste “La Graphologie” della Société Française de Graphologie e la rivista Agif-Arigraf “Il giardino di Adone”.

I soci saranno costantemente informati delle nostre iniziative e potranno collaborare alle attività dell’Associazione con suggerimenti e proposte che verranno volentieri prese in considerazione.

I soci hanno diritto di voto all’Assemblea annuale in cui si approva il bilancio consuntivo e preventivo e si rinnova il Consiglio direttivo.